Genova, traffico in tilt e km di code per tratto A10 ancora chiuso. Poi riaperto

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 Luglio 2020 11:20 | Ultimo aggiornamento: 3 Luglio 2020 12:15
Genova, traffico in tilt e km di code per tratto A10 chiuso e riaperto

Genova, traffico in tilt e km di code per tratto A10 chiuso. Poi riaperto (Foto Ansa)

Traffico in tilt a Genova, con km di code. Dovute al prolungamento inatteso della chiusura del tratto della A10, tra l’allacciamento con la A26 e Arenzano, in direzione Savona. Pesanti i disagi, il tratto riaperto.

A Genova si registrano 20 chilometri di coda in città da Sampierdarena ad Arenzano, bloccata anche la Guido Rossa, la principale viabilità per i trasporti al porto.

Sulla A10 ci sono 12 chilometri di coda tra il bivio A26 e Arenzano. Altri 6 chilometri di coda tra Masone e il bivio A26/A10 Genova-Ventimiglia.

Intorno alle 10 di venerdì 3 luglio, il tratto sulla Genova-Savona è stato riaperto. La riapertura è stata procrastinata per consentire il completamento delle attività di ispezione all’interno della galleria Borgonuovo in corso dalla notte, ricorda Autostrade per l’Italia in una nota.

Attualmente, aggiunge, il traffico transita su una corsia e si registrano 14 km di coda in A26 tra Masone e l’allacciamento con la A10 in direzione di Genova Voltri.

Intanto a Genova chiusa anche la sopraelevata Aldo Moro, in direzione ponente, per alleggerire il traffico cittadino nel caos che si è creato a causa del ritardo nella riapertura del tratto della A10 tra Voltri e Arenzano. La polizia locale ha transennato l’ingresso alla Foce.

Il traffico che in alternativa alla autostrada prova a scorrere sulla statale Aurelia, dal centro della città verso ponente fino a dopo Arenzano, è al pari del tutto bloccato.

Nel nodo di Genova si registrano code anche sulla A7, sulla A10. Oltre ai problemi verso levante in A12 già visti nei giorni scorsi con la chiusura del casello di Rapallo.

A10, Toti: “Un’altra mattinata di follia”

“Un’altra mattinata di follia sulle autostrade della Liguria”,  denuncia il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti in un post su Facebook.

“Un’ispezione notturna non ha rispettato i tempi di riapertura e la tratta tra la A26 e Arenzano è tuttora chiusa”, scrive (il tratto è stato riaperto poco dopo).

“Dal Ministero dei Trasporti neppure una riga per rispondere alle nostre richieste – aggiunge Toti – Neppure una. Oltre all’incompetenza, si tratta di maleducazione e mancanza di rispetto per le migliaia di persone intrappolate nelle Autostrade”.

“L’arroganza e l’incapacità di un Ministro e di un Governo non erano mai arrivate a tanto – prosegue -. Queste scelte, come denunciano gli imprenditori oggi su Il Sole 24Ore, stanno distruggendo la nostra economia e mettono a rischio la salute e la vita delle persone. Come hanno scritto ieri i responsabili del nostro 118, che quotidianamente vedono le loro ambulanze inchiodate nel traffico”.

“Dal Ministero dei Trasporti neppure due righe! Questa è la leale collaborazione prevista dalla nostra Costituzione!” (Fonti: Ansa, MyWay).