Geox sotto attacco degli hacker, bloccata la produzione a Montebelluna

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Giugno 2020 14:27 | Ultimo aggiornamento: 16 Giugno 2020 14:27
Geox, Ansa

Geox sotto attacco degli hacker, bloccata la produzione a Montebelluna (foto Ansa)

ROMA – Geox sotto attacco degli hacker.

Il colosso della calzature, come scrive il Mattino di Padova, ha bloccato la produzione e la logistica a causa di un ransomware diffuso all’interno dei propri sistemi informatici.

I criminal hacker, spiega il quotidiano, tramite un ransomware hanno paralizzato i sistemi dell’azienda: dalla logistica, all’eCommerce, passando pure per le email aziendali, tanto che molti dei lavoratori dell’headquater di Montebelluna (TV) sono stati lasciati a casa per due giorni.

E non sarebbe la prima volta che la Geox finisce sotto attacco degli hacker. Anzi. Solo a maggio la Polizia Postale aveva scoperto un sito fake.

Scrive key4biz:

Non è la prima volta che l’azienda italiana è vittima del cybercrime. A maggio la Polizia Postale aveva scoperto e segnalato un sito fake “geoxoutlet.online” riportanti logo e informazioni del tutto simili a quelli dei canali ufficiali dell’azienda della “scarpa che respira“, inducendo l’ignaro utente finale a fare acquisti online nella convinzione di trovarsi su uno “store outlet” ufficiale del marchio “GEOX”. Ma era una truffa. (…).

Non è non è scontato che il danno e i relativi problemi possano effettivamente risolversi con il pagamento del riscatto (solitamente richiesto in criptovaluta bitcoin), che richiede ogni ransomware. (Fonti: Il Mattino di Padova, key4biz).