Gian Luca Gregis, lo youtuber che incita a “spaccare tutto e tutti! Anche le ossa”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Ottobre 2020 12:04 | Ultimo aggiornamento: 27 Ottobre 2020 12:04
Gian Luca Gregis, lo youtuber che incita a "spaccare tutto e tutti! Anche le ossa"

Gian Luca Gregis, lo youtuber che incita a “spaccare tutto e tutti! Anche le ossa”

“Spaccare tutto e tutti!”, questo il titolo del video pubblicato dallo youtuber Gian Luca Gregis che incita i cittadini italiani a “spaccare le ossa” a giornalisti, poliziotti e politici.

Mentre in Italia dilagano le proteste contro il Dpcm, direttamente dalla sua abitazione in Spagna, Gian Luca Gregis posta numerosi video contenenti teorie di complotto sul coronavirus. Lo youtuber il 24 ottobre ha caricato poi un video dal titolo “E’ ora di spaccare tutto e tutti!”, dove incita i cittadini italiani a “spaccare le ossa” a giornalisti, poliziotti e politici.

Un video di circa 19 minuti dove elogia le azioni violente avvenute il 23 ottobre a Napoli, minimizzando le aggressioni subite da poliziotti e giornalisti come Paolo Fratter

Lui stesso ammette di aver incitato alla violenza fin dagli inizi: “O qua si capisce che qua basta scendere, come ho sempre detto io, basta andare in piazza, in piazza o per le vie, vedete voi insomma, ma si vanno a prendere i poliziotti, si vanno a prendere i giornalisti, si vanno a prendere i politici, e si brasano, si spianano, o non si va molto lontano”.

Le parole contro i poliziotti

Sulle Forze dell’Ordine sostiene che poliziotti e carabinieri “sono dei cacasotto che scappano appena i cittadini reagiscono”. Per lo youtuber Gian Luca Gregis basta poco per “prenderli a schiaffi siccome gli agenti sono dei vigliacchi, dei sovrappeso, degli ignoranti e degli analfabeti che si impauriscono“.

La gente ha paura di reagire perché altrimenti rischiano dalla multa o una condanna? Gregis prosegue: “Guardate che un poliziotto, un vigile, un carabiniere o quello che è, a terra con una rotula saltata non vale più niente! Non vi dan… vi assicuro che è li rantolante che piange la Madonna sperando che finisca tutto, nessuno vi da le multe! Le multe non si danno! Nessuno ve le può dare! L’agente a terra, i polio… fraccassati, conciati come un puzzle, un puzzle, non possono far niente!”. (Fonte Open).