Gianfranco Berta, re della grappa, morto a Mombaruzzo (Asti)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 febbraio 2015 20:06 | Ultimo aggiornamento: 12 febbraio 2015 20:06
Gianfranco Berta, re della grappa, morto a Mombaruzzo (Asti)

Gianfranco Berta, re della grappa, morto a Mombaruzzo (Asti)

ASTI – Gianfranco Berta, il “re della grappa“, patron della distilleria che porta il suo nome è morto a 59 anni nella notte tra l’11 e il 12 febbraio a Mombaruzzo (Asti). Breda, che lascia la moglie e una figlia,  era malato di cancro e contro la malattia ha lottato per più di un anno.

Berta, un’autorità nel mondo delle grappe,  gestiva la sua distilleria oltre ad essere uno dei proprietari di una società che gestiva alberghi. Oltre alla grappa la sua grande passione è stata la politica. A 25 anni era  componente del consiglio comunale di Nizza e per una decina d’anni è stato una figura di riferimento della vita amministrativa locale. E’ stato anche  Presidente di Confartigianato Asti e Presidente della Strada del Vino Astesana.