Gianluca Barucca fermato per omicidio madre Graziella Pasquinelli a Senigallia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 novembre 2017 11:23 | Ultimo aggiornamento: 17 novembre 2017 11:23
carabinieri-ansa

I carabinieri hanno fermato Gianluca Barucca per l’omicidio della madre Grazia Pasquinelli (foto d’archivio Ansa)

SENIGALLIA – È in stato di fermo perché avrebbe confessato l’omicidio della madre Gianluca Barucca, il 35enne di Senigallia che avrebbe aggredito la donna, Graziella Pasquinelli, 73 anni, dopo una lite, colpendola alla testa con un corpo contundente. Barucca, che con la madre gestiva un negozio di calzature, avrebbe confessato nella notte dopo essere stato interrogato a lungo dai carabinieri, senza sapere però spiegare il motivo dell’aggressione. Sembra che il commerciante fosse tornato a vivere con la madre dopo il divorzio.

Il medico legale Loredana Buscemi ha fatto la prima ricognizione cadaverica. La morte risalirebbe a molte ore prima del rinvenimento del corpo, addirittura a ieri mattina. Il figlio avrebbe vegliato la madre riversa a terra fino a quando un familiare non avrebbe dato l’allarme, vedendo che il negozio aveva ancora le saracinesche abbassate.

Le indagini dei carabinieri di Senigallia sono coordinate dal pm Ruggiero Dicuonzo. Barucca è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma di via Marchetti, poi è stato trasportato in carcere, in attesa della convalida dell’arresto. Ancora sconosciuto il movente dell’aggressione mortale. La vittima potrebbe essere deceduta nelle prime ore della mattina ieri, dopo essere stata colpita alla testa al culmine di un violento litigio. Madre e figlio abitavano un un appartamento in via Brandani, in zona Cesanella. Sconcerto nel quartiere, dove nessuno era a conoscenza di dissidi tra i due.