E’ un ultras della Lazio il marito “pentito” dei manifesti “Camilla scusami”

di Viola Contursi
Pubblicato il 10 Ottobre 2012 19:03 | Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre 2012 20:41

ROMA – Si chiama Gianluca Tirone ed è un ultras della Lazio l’uomo che ha tappezzato Roma di manifesti per chiedere scusa alla sua Camilla. E’ uscito allo scoperto parlando con Selvaggia Lucarelli ai microfoni di m20 nella trasmissione radiofonica ‘La fine del mondo’: “Dopo mesi di sms di insulti – ha detto – finalmente Camilla mi ha mandato un messaggio civile, per ringraziarmi del gesto”.

“Voglio chiarire che non è stato un problema di corna come molti hanno insinuato – dice Tirone – Le ho chiesto scusa perchè la mia società di sicurezza in questi mesi ha avuto seri problemi economici e mi sono sentito meno uomo, meno in grado di garantire un futuro a mia moglie e a mia figlia. Ero distratto, assente, le ho trascurate”.

“Queste cose non ti fanno dormire la notte – continua – La trattavo male anche davanti a amici e parenti per cui a un certo punto ci siamo presi una pausa dopo due anni di fidanzamento e cinque di matrimonio bellissimi”. Parlando del suo tentativo di riconciliazione ha poi aggiunto: “Eravamo lontani da 5 mesi. Io le lasciavo tutte le sere una rosa sul tergicristalli della macchina ma lei nulla. Allora ho pensato a un gesto più vistoso, più plateale, perché Camilla se lo merita. Con l’aiuto di alcuni amici ho comprato gli spazi pubblicitari e ho fatto tappezzare Roma nord con mille manifesti con le mie scuse. Non è vero che ho speso una fortuna, neppure mille euro, ma questo conta poco. Non mi aspettavo tutto questo clamore. E neanche Camilla, che ora è un po’ scossa da tutta questa attenzione ma qualcosa s’è smosso”.