E’ morto Gianni Mura, storica firma di Repubblica e dello sport

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Marzo 2020 10:26 | Ultimo aggiornamento: 21 Marzo 2020 10:41
E' morto Gianni Mura, storica firma di Repubblica

E’ morto Gianni Mura, storica firma di Repubblica (foto ANSA)

ROMA – È morto Gianni Mura, giornalista e scrittore. Storica firma di Repubblica, il 74enne si è spento questa mattina, 21 marzo all’ospedale di Senigallia (Ancona), per un attacco cardiaco improvviso. Ne dà notizia il sito di Repubblica.

Nato a Milano nel 1945, ha scritto pagine memorabili sullo sport e l’Italia degli ultimi decenni, dal calcio al ciclismo. Tra i tanti libri, nel 2007 scrisse il suo primo romanzo, “Giallo su giallo”, vincitore del Premio Grinzane: è stato tra i più grandi raccontatori del Tour de France.

Mura inizia il suo percorso giornalistico nel 1964 come praticante al quotidiano sportivo La Gazzetta dello Sport con direttore Gualtiero Zanetti. Durante il periodo alla Gazzetta lavora dapprima come corrispondente per incontri di calcio di differenti categorie, e dal 1965 viene inviato come corrispondente al Giro d’Italia.

Dal 1976 comincia la collaborazione con la Repubblica segue le Olimpiadi di Montreal e nel 1983 diventa membro fisso della redazione. Per tutta la durata del campionato di calcio di Serie A, ha tenuto una rubrica domenicale intitolata Sette giorni di cattivi pensieri. Sul settimanale Il Venerdì si è occupato invece di recensioni eno-gastronomiche insieme con la moglie Paola nella rubrica dal titolo Mangia e bevi. Dal 1998 è stato presidente della giuria del premio L’Altropallone, riconoscimento simbolico sportivo per la pace e solidarietà. (fonte REPUBBLICA)