Giarre (Catania), uccide l’ex amante della figlia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Maggio 2015 18:49 | Ultimo aggiornamento: 8 Maggio 2015 18:50
Giarre (Catania), uccide l'ex amante della figlia

(Foto Lapresse)

CATANIA – Va dalla ex amante per tentare di convincerla a tornare insieme e viene ucciso dal padre di lei. E’ successo vicino a Giarre, in provincia di Catania. L’uomo, 48 anni, è morto in ospedale, al Cannizzaro di Catania. Il padre della donna, 64 anni, è stato arrestato ed è accusato di omicidio. 

La sparatoria è avvenuta nella strada provinciale che unisce San Giovanni Montebello, frazione di Giarre, nel Comune di Sant’Alfio. Qualcuno ha chiamato i carabinieri che hanno trovato il ferito ancora cosciente. Lui ha detto loro chi era che l’aveva ridotto in quello stato.

I carabinieri sono andati a casa dell’omicida e lo hanno trovato ancora armato e molto agitato. Una volta che si è visto circondato l’uomo non ha opposto resistenza e ha consegnato l’arma, una pistola Beretta calibro 6,32, regolarmente detenuta.

Dalle indagini è emerso anche il movente: una relazione extra coniugale intrattenuta tra la vittima e la figlia dell’arrestato. Nonostante da circa un anno la relazione fosse stata interrotta dalla donna, l’uomo non si era arreso e questa mattina si era recato a casa dell”ex’ per tentare di convincerla a ricominciare. Lì ha avuto un diverbio con il padre della donna che gli ha sparato, ferendolo mortalmente.

Durante una successiva perquisizione domiciliare militari dell’Arma hanno trovato e sequestrato 4 fucili da caccia e un’altra pistola Beretta, anch’essi regolarmente detenuti. L’arrestato è stato sottoposto all’esame dello Stub su indumenti e mani ed è trattenuto in caserma in attesa di essere trasferito in carcere.