Gideon Azeke: il migrante ferito da Luca Traini, arresto per spaccio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 settembre 2018 10:10 | Ultimo aggiornamento: 18 settembre 2018 10:10
Gideon Azeke: il migrante ferito da Luca Traini, arresto per spaccio

Gideon Azeke: il migrante ferito da Luca Traini, arresto per spaccio

ROMA – Uno dei sei migranti feriti da Luca Traini nel raid razzista a colpi di pistola per le vie di Macerata il 3 febbraio scorso è stato arrestato dalla polizia per spaccio di droga. Gideon Azeke, nigeriano di 27 anni, era stato colpito ad una gamba: ricoverato in ospedale, si era allontanato tanto che i medici avevano lanciato un appello perché tornasse per farsi curare.

Azeke è stato fermato nei pressi del Convitto – riferiscono i media locali – durante i controlli antidroga della polizia per l’inizio dell’anno scolastico. Ha tentato di fuggire, dopo avere ingoiato un involucro presumibilmente contenente droga, e ha reagito agli agenti della Squadra Mobile che lo hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale.

Arrivato in Italia due anni fa, dei sette feriti nel raid è  quello con il passato meno chiaro. Alla questura di Macerata risultava già più volte segnalato, con precedenti proprio per spaccio. Secondo quanto ipotizzato dagli agenti (e non ancora ufficializzato in un accusa formale), Azeke si trovava in zona Convitto per vendere droga, non direttamente ai ragazzini ma agli adulti.