Gioia del Colle, sospesa la patria potestà ai genitori del bimbo preso a botte e morsi

Pubblicato il 14 agosto 2010 15:51 | Ultimo aggiornamento: 14 agosto 2010 15:57

Il Tribunale per i minorenni di Bari ha sospeso la patria potestà alla ragazza di 28 anni e al suo compagno di 35, entrambi residenti a Gioia del Colle, il cui figlio di sette mesi è ricoverato in gravi condizioni al Policlinico di Bari dopo essere stato picchiato ripetutamente dalla madre.

I giudici hanno disposto l’affidamento del piccolo ai servizi sociali e, nell’attesa e nella speranza che il bimbo si ristabilisca, ai medici della struttura sanitaria. Il provvedimento del Tribunale, in sostanza, conferma quello di urgenza adottato dalla Procura presso il tribunale per i minorenni, che ieri aveva affidato il bimbo al personale sanitario.

Intanto le condizioni del piccolo, che è stato sottoposto anche ad un intervento chirurgico alla testa, restano gravissime. La madre del bimbo, di origini brasiliane ma adottata da piccola da una famiglia di Gioia del Colle e a tutti gli effetti cittadina italiana, è in carcere con l’accusa di maltrattamenti, aggravata dalle lesioni gravissime provocate al figlio.