Giorgio Gambarelli ucciso nel 2013 in casa: processo rinviato a febbraio 2020

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Ottobre 2019 21:23 | Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre 2019 21:23
Giorgio Gambarelli processo rinviato 2020

Foto archivio ANSA

PIACENZA –  Giorgio Gambarelli fu sgozzato nella sua casa nel luglio 2013 a Piacenza, ma il processo per il suo omicidio è stato rinviato ancora a febbraio 2020. Il principale sospettato Alì Fatnassi riuscì a tornare in Tunisia, con cui l’Italia non ha accordi per l’estradizione.

Secondo quanto riferito dal quotidiano Libertà, il presunto killer di Gambarelli vive con la famiglia a Tunisi e così il giudice del tribunale di Piacenza Fiammetta Modica è stato costretto a rinviare il processo al 5 febbraio 2020.

Come riportato da Libertà, per la legge italiana, l’indagato deve essere informato del fatto che parta un procedimento a suo carico, in caso contrario le eventuale condanne sono annullate. (Fonte La Libertà)