Giorgio Zanardi suicida per debiti: ladri svuotano sua azienda dopo 2 settimane

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 marzo 2014 20:13 | Ultimo aggiornamento: 3 marzo 2014 20:13
Giorgio Zanardi suicida per debiti: ladri svuotano sua azienda dopo 2 settimane

Giorgio Zanardi suicida per debiti: ladri svuotano sua azienda dopo 2 settimane

PADOVA – Quando si suol dire “colpo di grazia”.  Lo scorso 13 febbraio l’imprenditore Giorgio Zanardi, sopraffatto dai debiti, si toglieva la vita. Domenica sera, dopo neanche due settimane, aggiungendo disgrazia alla già tormentata attività. “E’ come fossimo stati accoltellati alla schiena. Il morale è molto basso ma ci rimboccheremo le maniche per le 100 persone che lavorano qui e le loro famiglie”, ha detto Mario Grillo, l’amministratore unico della Zanardi editore. Il colpo messo a segno domenica notte ammonta a diverse centinaia di migliaia di euro.

I ladri sono riusciti a strappare la dorsale di fabbrica della legatoria, ovvero l’impianto elettrico di 45-50 quintali di cavi di rame che alimentava tutto il reparto produzione.

L’azienda padovana si sta ora riorganizzando con qualche generatore esterno per non perdere le commesse ma in molti temono che questo possa essere il colpo di grazia per un’impresa già da tempo in difficoltà.