Giovanardi: “Cucchi è morto perchè drogato e anoressico”

Pubblicato il 9 Novembre 2009 - 13:39 OLTRE 6 MESI FA

Carlo Giovanardi

Per sottosegretario Carlo Giovanardi Stefano Cucchi, il ragazzo deceduto all’ospedale Sandro Pertini sei giorni dopo il ricovero, è morto perchè «drogato e anoressico».

Giovanardi è intervenuto per parlare di tossicodipendenza su Radio 24 ed è tornato sul caso che si è acceso attorno al geometra romano dopo le denunce della famiglia: «Stefano Cucchi era in carcere perché era uno spacciatore abituale. Poveretto è morto, e la verità verrà fuori come, soprattutto perché era 42 chili».

La droga, quindi, e non eventuali percosse subite, sarebbero la causa della morte del giovane: «La droga ha devastato la sua vita, era anoressico, tossicodipendente, poi il fatto che in cinque giorni sia peggiorato, certo bisogna vedere come i medici l’hanno curato. Ma sono migliaia le persone che si riducono in situazioni drammatiche per la droga, diventano larve, diventano zombie: è la droga che li riduce così».

Per il senatore Luigi Manconi «non c’è alcun mistero sulla morte di Stefano Cucchi. Può sembrare paradossale, ma tutto è documentato e leggibile negli atti». Così l’Associazione Articolo 21 dell’onorevole Giuseppe Giulietti ha deciso di pubblicare tutta la documentazione. «E si tratta – afferma Giulietti – di un atto di accusa che non può essere ignorato , nè dalle istituzioni , nè dalla politica nè, per quanto ci riguarda dai media».

«Per queste ragioni – prosegue Giulietti – l’associazione Articolo21 non solo ha deciso di riprendere la documentazione ma anche di chiedere a tutti i blog e a tutti i siti di linkare i video e la documentazione pubblicata».