Giovanni Di Grigoli travolto e ucciso dal treno. Il padre muore di crepacuore poco dopo

di Daniela Lauria
Pubblicato il 1 aprile 2019 15:22 | Ultimo aggiornamento: 1 aprile 2019 15:22
Giovanni Di Grigoli travolto e ucciso dal treno. Il padre muore di crepacuore poco dopo

Giovanni Di Grigoli travolto e ucciso dal treno. Il padre muore di crepacuore poco dopo

AGRIGENTO – Si era fermato con l’auto accanto alla ferrovia, attratto dalle lumache. E’ morto così Giovanni Di Grigoli, bracciante di 48 anni, a Canicattì, in provincia di Agrigento. Un treno lo ha travolto e ucciso mentre era chino sui binari a raccoglierle. Il papà Gioacchino, pensionato di 71 anni, è morto poco dopo, forse di crepacuore. 

La doppia tragedia si è consumata sabato 30 marzo. Il figlio si era fermato con l’auto accanto alla tratta ferroviaria Licata-Agrigento, all’altezza del Ponte Obliquo. Purtroppo non si è accorto che proprio in quel momento sopraggiungeva un treno regionale che non ha fatto in tempo ad arrestare la sua corsa ed evitarlo. 

Resta ancora da chiarire l’esatta dinamica dell’incidente: non è escluso infatti che Giovanni possa essere stato colto da un malore improvviso proprio all’arrivo del treno e non abbia perciò avuto la prontezza di allontanarsi. A distanza di poche ore, il padre è stato ritrovato esanime nel suo letto. A chiamare i soccorsi è stata la moglie, che in un solo colpo ha perso figlio e marito. E’ probabile che l’uomo, già malato da tempo, non abbia retto al dolore di una così tragica notizia. 

I funerali di padre e figlio si svolgeranno in maniera congiunta nella chiesa di Gesù Amore Misericordioso nel quartiere Oltreponte, dove vive la famiglia. (fonte: Ansa)