Giovanni Montresor assolto. Dichiarò 4 euro, ne aveva 200 mila ma la legge…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Giugno 2014 16:06 | Ultimo aggiornamento: 21 Giugno 2014 14:50
Giovanni Montresor dichiara 4 euro, ne possiede 200 mila. A processo: assolto

Giovanni Montresor dichiara 4 euro, ne possiede 200 mila. A processo: assolto

ROMA – Ha dichiarato al fisco, per anni, redditi tra i 4 e 5 euro. In realtà, accantonati su conti esteri, di euro Giovanni Montresor, imprenditore di 70 anni di Bussolengo, ne aveva 200mila. Per questo, per quei redditi non dichiarati tra il 2009 e il 2010, Montresor è andato a processo per evasione fiscale. Ed è stato assolto perché “il fatto non sussiste”.

Nei suoi confronti l’accusa aveva chiesto una condanna a sei anni di carcere. Perché, a detta dell’accusa, Montresor avrebbe evaso Iva, Irpef e Ires in almeno 8 casi, per circa 30 milioni di euro tra il 2005 e il 2010.

Il giudice non l’ha pensata così. Quei redditi, legge alla mano, non erano da dichiarare. L’imprenditore ha fatto la dichiarazione dei redditi con i l modulo ‘Rw’. Secondo gli avvocati, facendo la dichiarazione con tale modulo non viene richiesto di specificare se si possiedono conti all’estero, cosa che è diventata obbligatoria in Italia soltanto nel 2013.

Secondo la difesa, inoltre, le tasse sono state pagate dalle società di Montresor e il giudice gli ha dato ragione.

Montresor punta al dissequestro dei beni. La partita giudiziaria, però, non è conclusa. Montresor ha un impero di cui ancora deve giustificare la provenienza: 9 società, oltre due milioni di metri quadri di terreni tra Verona, Gorizia, Belluno e Brescia, 18 unità immobiliari e 7 autoveicoli, per un valore complessivo stimabile in circa 300 milioni di euro.