Giovanni Sanna morto: incendio da una sigaretta sul letto, era malato di Sla

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Giugno 2015 20:01 | Ultimo aggiornamento: 2 Giugno 2015 20:01
Giovanni Sanna morto: incendio da una sigaretta sul letto, era malato di Sla

Giovanni Sanna morto: incendio da una sigaretta sul letto, era malato di Sla

CAGLIARI – Una sigaretta caduta sulla coperta che teneva sulle gambe e subito le fiamme sono divampate. Giovanni Sanna, 57 anni e malato di Sla, è stato avvolto dal rogo ed è morto in ospedale per la gravità delle ustioni riportate.

Sanna era originario di Onanì, ma viveva a Quartu in provincia di Cagliari. Il fatto è avvenuto alle 14 nell’appartamento dell’uomo, che in quel momento si trovava da solo a casa mentre la moglie stava parcheggiando l’auto. Sanna, bloccato su una sedia meccanica, riusciva a muovere un braccio.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo avrebbe acceso una sigaretta, ma un mozzicone è caduto su una coperta che aveva sulle gambe. La coperta ha preso fuoco in pochi istanti e il tentativo della moglie di spegnere il fuoco, insieme ad alcuni vicini di casa, non lo ha salvato dalle gravi ustioni riportate.

Nel frattempo sono arrivati i Vigili del fuoco, il 118 e gli agenti del Commissariato di Quartu. I medici lo hanno trasportato d’urgenza con una ambulanza al Pronto soccorso dell’ospedale Brotzu, è stato allertato anche l’elisoccorso.

Sanna aveva ustioni in quasi il 90% del corpo, ferite che sono risultate troppo gravi e il cuore di Sanna ha smesso di battere. Sul posto sono intervenuti anche gli specialisti della Scientifica per effettuare i rilievi dell’incidente.