Giubileo, Corso Vittorio a Roma riservato a bus e pellegrini

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Agosto 2015 15:06 | Ultimo aggiornamento: 31 Agosto 2015 15:09
Giubileo, Corso Vittorio a Roma riservato a bus e pellegrini

Giubileo, Corso Vittorio a Roma riservato a bus e pellegrini

ROMA –  Riservare Corso Vittorio Emanuele II a pellegrini e autobus in vista del Giubileo indetto da Papa Francesco a Roma. Questa l’idea al vaglio del Comune di Roma, che si prepara ad apportare modifiche alla viabilità per gestire l’afflusso di pellegrini.

Ernesto Menicucci sul Corriere della Sera scrive che il Campidoglio sta ipotizzando di riaprire Corso Rinascimento al traffico e chiudere Corso Vittorio Emanuele II, crocevia che collega Largo Argentina a via della Conciliazione:

“Lì su corso Vittorio, si gioca molto della viabilità cittadina. E in Campidoglio, Esposito ha già dato la sua indicazione: pedonalizzare, chiudere alle auto private, lasciare solo il transito ai mezzi. Un’operazione, per intendersi, tipo quella di via dei Fori Imperiali, primo atto della giunta Marino nell’estate del 2013. Lì c’era il problema del restringimento della carreggiata, dovuto al cantiere della metro C, che avrebbe costretto comunque il Comune ad intervenire. Qui, invece, c’è il tema dei pellegrini.Corso Vittorio, così, dovrebbe essere chiuso. Ma, prima di prendere decisioni definitive, nei prossimi giorni sono in programma una serie di riunioni tecnico/organizzative per studiare le soluzioni alternative. Perché, come fanno capire a Palazzo Senatorio, «il traffico che togliamo da una parte non ce lo possiamo poi ritrovare da un’altra».

Allo studio, allora, c’è intanto un’ipotesi. Deviare parte delle auto che comunque attraversano il centro su corso Rinascimento, facendole passare davanti Palazzo Madama, sede del Senato, e farle defluire verso il lungotevere, il «Palazzaccio» e piazza Cavour. Per realizzare questo progetto, bisogna cambiare anche il piano autobus. Corso Rinascimento, ad andare verso il fiume, attualmente (e da molti anni ormai) è solo corsia preferenziale. Possibile anche che, prima dell’avvio del Giubileo, si facciano delle «prove generali», per testare le misure da introdurre. L’altra idea di Esposito è quella di chiudere totalmente anche via delle Botteghe Oscure. Anche se, in realtà, all’assessore hanno già spiegato che quel provvedimento è più di «facciata» che di effetto pratico: tra il varco Ztl di via Arenula, i binari dell’8, la strada è già di fatto semi-pedonalizzata, usata principalmente da chi viene dal quartiere del ghetto ebraico. Resta lo spirito di fondo: fluidificare, decongestionare”.