Giugliano, assalto a portavalori in pieno giorno: spari tra la gente, tanta paura e nessun ferito

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 Settembre 2020 12:48 | Ultimo aggiornamento: 24 Settembre 2020 12:48
Giugliano, assalto a portavalori

Giugliano, assalto a portavalori in pieno giorno: spari tra la gente, tanta paura e nessun ferito (foto Ansa)

Assalto al portavalori a Giugliano (provincia di Napoli). E’ avvenuto in pieno giorno: nessun ferito, tanta paura.

Assalto a un portavalori in pieno giorno a Giugliano (Napoli).

Tre persone armate e con il volto coperto, hanno atteso in piazza Annunziata l’arrivo di un furgone blindato della Cosmopol che doveva consegnare dei valori alla vicina filiale Unicredit.

Quando le tre guardie giurate sono scese hanno notato la presenza di tre individui sospetti e subito sono risalite a bordo sospendendo la consegna.

A quel punto i rapinatori hanno fatto fuoco esplodendo alcuni colpi di arma da fuoco, due dei quali hanno provocato un foro sulla fiancata sinistra del furgone in fuga (quattro in tutto i bossoli ritrovati per terra dalla Scientifica).

Assalto al portavalori, nessun ferito tanta paura 

Nessun ferito ma tanta paura tra i passanti che hanno cercato rifugio nei negozi pur di sfuggire ai proiettili.

Il furgone portavalori ha raggiunto il commissariato di Giugliano mentre i rapinatori hanno fatto perdere le loro tracce a bordo di un’auto.

Sul posto sono intervenuti gli uomini della squadra Mobile della Questura di Napoli e quelli del commissariato di Giugliano cui sono affidate le indagini.

Cerignola, assalti a portavalori: 4 in da luglio a settembre

Nell’hinterland napoletano c’è un problema storico legato alla criminalità che tra gli obbiettivi ha anche i furgoni portavalori. Stessa cosa accade sistematicamente a Cerignola in provincia di Foggia. Qui la situazione è molto più drammatica: gli assalti ai portavalori sono ormai quasi all’ordine del giorno.

L’ultimo è avvenuto mercoledì 2 settembre ai danni di un portavalori che si trovava all’uscita dell’ufficio postale in via Corsica.  Oltre a questo gli altri, tutti falliti, sono avvenuti il 24 luglio e il 10 agosto lungo la A14 e il 24 agosto lungo la A16 (fonte: Ansa).