Giuseppe Balboni ucciso, l’ultimo post su Instagram: “Se mi volete morto, la fila è lunga”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 settembre 2018 9:26 | Ultimo aggiornamento: 27 settembre 2018 9:26
Giuseppe Balboni e l'ultimo post prima di essere ucciso

Giuseppe Balboni ucciso, l’ultimo post su Instagram: “Se mi volete morto, la fila è lunga”

BOLOGNA – “Se mi volete morto, la fila è lunga”. Questo l’ultimo post che Giuseppe Balboni, il ragazzo di 16 anni trovato morto in un pozzo a Tiola di Castello di Serravalle, ha scritto su Instagram prima della sua scomparsa. Giuseppe è stato ucciso con due colpi di pistola da un altro ragazzino di 16 anni di Ciano di Zocca, che dopo aver confessato è accusato di omicidio e occultamento di cadavere.

Balboni era scomparso da casa la mattina del 17 settembre e da allora erano scattate le ricerche. Poi il ritrovamento del corpo in un pozzo e la scoperta: Giuseppe era stato ucciso con due colpi di pistola, stando a quanto riferito nell’autopsia, e poi è stato abbandonato nel pozzo per almeno 4 o 5 giorni, se non di più.

Il giovane è morto per ferite compatibili con quella che è stata indicata dal suo killer come l’arma del delitto. Si tratta di una pistola calibro 38 legalmente detenuta dal padre del killer, ora accusato di omessa custodia. Secondo la versione fornita nella sua confessione, il giovane ha portato l’arma con sé la mattina del 17 settembre perché temeva che la discussione con Balboni degenerasse e poi durante la lite gli ha sparato due colpi di pistola al volto a distanza ravvicinata.

Al momento, non è ancora chiaro il movente dell’omicidio. Gli inquirenti ritengono che i due adolescenti possano aver discusso su questioni legate alla droga e forse a un piccolo debito. Intanto di Giuseppe resta il profilo Instagram con 246 follower in cui scriveva: “Se mi volete morto, la fila è lunga”. E ancora al cune foto con “Ti amo amore” e “Love”.