Giuseppe Sciannimanico ucciso: due indagati, anche collega

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 Novembre 2015 22:29 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2015 22:29
Giuseppe Sciannimanico ucciso: due indagati, anche collega

Giuseppe Sciannimanico ucciso: due indagati, anche collega

BARI – Due persone sono formalmente indagate per l’omicidio di Giuseppe Sciannimanico, il 28enne agente immobiliare ucciso lunedì scorso in un agguato al quartiere Japigia di Bari. Uno dei due è un collega della vittima, rimasto sotto torchio in Questura per ore. Agenti della Squadra Mobile hanno ispezionato la sua auto ed eseguito perquisizioni domiciliari.

A quanto si è saputo, le indagini sul delitto avrebbero avuto una svolta dopo l’esito dei primi accecamenti tecnici, trovando conferme nelle perquisizioni eseguite su disposizione del pm che coordina l’inchiesta, Francesco Bretone. Da subito gli inquirenti avevano concentrato l’attenzione sulla pista che portava al mondo del lavoro della vittima. Il movente sarebbe da ricercare in un torto oppure in un affare sfumato.

In questi giorni sono stati sentiti amici, famigliari e colleghi di Sciannimanico alla ricerca di indizi che potessero fornire elementi utili a ricostruire le circostanze in cui è stato commesso l’omicidio. Quello che è certo è che Sciannimanico lunedì 26 ottobre alle 18.30 si è recato in una strada periferica del quartiere Japigia di Bari per un appuntamento di lavoro con un persona che aveva fornito un nome falso. Una volta sul posto è stato colpito con due proiettili alla testa e ad una spalla ed è morto dopo poche ore nel Policlinico di Bari.