Gorizia: dipendente centro stampa si impicca in ufficio. Sciopero dei giornali del gruppo Gedi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 giugno 2018 18:32 | Ultimo aggiornamento: 16 giugno 2018 18:32
Gorizia: dipendente 49enne centro stampa si impicca in ufficio. Sciopero dei giornali del gruppo Gedi

Gorizia: dipendente centro stampa si impicca in ufficio. Sciopero dei giornali del gruppo Gedi (foto Ansa)

GORIZIA – Un 49enne friulano si è impiccato la notte scorsa nel Centro Stampa di Gorizia [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] dove vengono confezionati alcuni quotidiani distribuiti in Friuli Venezia Giulia, dove lavorava. L’addetto è stato trovato dai colleghi che lo cercavano perché non lo vedevano più al proprio posto di lavoro.

I carabinieri del comando provinciale, che sono intervenuti sul posto, hanno escluso responsabilità di terzi nell’accaduto. L’uomo era sposato e padre di un figlio. Secondo quanto si è appreso, avrebbe lasciato un biglietto per chiedere scusa proprio ai congiunti. L’impianto di produzione tipografica dove lavorava dovrebbe a breve trasferire l’attività in Veneto.

I giornalisti dei quotidiani veneti del Gruppo editoriale Gedi News Network si sono associati allo sciopero indetto dai poligrafici a sostegno delle iniziative di Piccolo e Messaggero per la drammatica scomparsa (suicidio) del dipendente del centro stampa di Savogna (Gorizia). Il Cdr dei quotidiani veneti La Nuova Venezia, il Mattino di Padova, la Tribuna di Treviso e Corriere delle Alpi, partecipa con una giornata di sciopero e il blocco dei siti dalle 13.00 di sabato 16 giugno alle 11.00 di domenica 17.

Le segreterie del Friuli Venezia Giulia di Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil, hanno proclamato “lo sciopero del Centro stampa di Gorizia dalle ore 12 di oggi 16 giugno 2018 alle ore 12 di domani 17 giugno 2018. Chiediamo a tutti la massima collaborazione affinché i quotidiani Messaggero Veneto ed Il Piccolo domani non siano in edicola. Il lavoro è vita”. Lo scrivono in una nota le tre organizzazioni sindacali annunciando anche che, “in accordo con le Segreterie Nazionali, è stato annullato l’incontro sindacale inerente la ristrutturazione del Gruppo Gedi, previsto per il 18 giugno prossimo”.

“L’Editore è profondamente colpito e fortemente addolorato per quanto accaduto. Esprime le più sentite condoglianze alla famiglia, alla quale assicurerà aiuto e vicinanza”. Lo scrive in una nota il Gruppo Ged.