Gorizia/ Doberdò del Lago, avrebbe tentato di uccidere il figlio, ferendolo con un coltello, e poi si sarebbe suicidata

Pubblicato il 4 Luglio 2009 16:55 | Ultimo aggiornamento: 4 Luglio 2009 16:55

Un’infermiera di 51 anni, Annamaria Ferletic, avrebbe tentato di uccidere il figlio, Cristian Pezzulic, di 28 anni, con un coltello e poi si sarebbe tolta la vita. È l’ipotesi avanzata dagli investigatori che in una casa di Doberdò del Lago, in provincia di Gorizia, hanno trovato una donna morta. Nelle vicinanze è stato rinvenuto il ragazzo con ferite da taglio ed è stato ricoverato nell’ospedale di Monfalcone. Non sarebbe tuttavia in pericolo di vita.

Il fatto è avvenuto nell’abitazione della donna nella centrale piazza San Martino. Secondo la prima ricostruzione dell’episodio la donna ha aggredito il figlio, muratore, durante un litigio e lo ha colpito con un coltello alla gola e a un braccio.

Stando alle testimonianze, il ragazzo è riuscito a liberarsi, a fuggire di casa e, ancora sanguinante, a chiedere aiuto a una vicina che ha avvisato le forze dell’ordine. La madre avrebbe poi chiuso a chiave la porta di casa e, con lo stesso coltello con il quale aveva colpito il figlio, si è colpita a morte all’addome.