Grande Oriente d’Italia premia i ragazzi di Torre Annunziata che hanno salvato la loro insegnante

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 giugno 2018 12:30 | Ultimo aggiornamento: 21 giugno 2018 12:30
Grande Oriente d'Italia premia i ragazzi di Torre Annunziata che hanno salvato la loro insegnante


Grande Oriente d’Italia premia i ragazzi di Torre Annunziata che hanno salvato la loro insegnante

ROMA – Nel corso della presentazione del libro del Gran Maestro Massofobia: l’Antimafia dell’Inquisizione”, che si è tenuta presso l’Istituto italiano per gli studi filosofici a Palazzo Serra di Cassano, il Grande Oriente ha premiato anche i ragazzi dell’istituto tecnico Ernesto Cesaro di Torre Annunziata, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] studenti eroi che non vedendo la loro professoressa a scuola per due giorni si sono recati presso la sua abitazione, salvandole così la vita. La professoressa, che era stata colta da malore, è stata trovata riversa sul pavimento. La sensibilità dei suoi allievi le ha salvato la vita.

All’evento, aperto a tutti,  hanno partecipato il Gran Maestro Stefano Bisi, il senatore Luigi Compagna che ha definito “una vergogna” per la storia d’Italia perseguitare un’istituzione come la Massoneria e il  giornalista Valentino Di Giacomo del quotidiano ‘Il Mattino’. Ha moderato  Gianfrancesco Raiano, editore e direttore della testata telematica ‘Il24.it’, che ha introdotto i lavori illustrando il senso del libro del Gran Maestro e sottolineando quanto sia importante battersi contro derive persecutorie come quella in atto nel nostro paese contro la Massoneria.

Il riconoscimento attribuito ai ragazzi è stato ritirato dalla dirigente scolastica dell’Istituto, Rita Iervolino, che nel suo appassionato intervento ha rimarcato quanto la società, i giovani abbaino bisogno di gente, come i liberi muratori, persone che credono nella fratellanza, nell’amore verso il prossimo.