Grande raccordo anulare e Aurelia sono le strade più pericolose d’Italia

Pubblicato il 18 Novembre 2010 12:53 | Ultimo aggiornamento: 18 Novembre 2010 12:53

Il Grande raccordo anulare e l’Aurelia si aggiudicano il record di strade più pericolose d’Italia. Secondo l’ultimo rapporto Aci-Istat il Gra è la strada di grande scorrimento più a rischio, mentre per le strade statali spicca l’Aurelia.

L’anello di 68 chilometri vanta solo qualche tratto virtuoso perché per ben 45 chilometri non è proprio un fiore all’occhiello per la sicurezza degli automobilisti. Gli unici tratti più tranquilli sono Boccea, Trionfale e Cassia. Nella restante parte ci sono stati 17 morti e 1358 feriti. Con un tratto di zona rossa, lunga 13 chilometri dove negli ultimi 3 anni che è stata teatro di numerosi incidenti. Salaria, Casilina, Tiburtina, Appia, Tor Bella Monaca si aggiudicano la maglia nera.

Non sarà consolante per i romani sapere che la via Aurelia desta preoccupazione nel tratto tra i km 12-36 (7 i km con incidenti ripetuti nel 2009) in provincia di Roma. Seguono la ss 5 via Tiburtina Valeria (Roma) tra i km 12-36 e la ss 148 Pontina (Latina) tra i km 38-103, entrambe con 6 km più a rischio incidenti; la ss 162, strada della Valle Caudina (Napoli; km 0-24); la 148 Pontina (Roma) tra i km 13-31; la 415 Paullese (Cremona), km 17-43; la 007 via Appia (Roma), km 16-46; la 106 Jonica (Crotone), km 240-250; la ss 4 via Salaria (Roma), km 14-36; la 036 strada del Lago di Como e dello Spluga (Lecco), tra i km 36-43.