Grandinata a Torino e provincia: chicchi fino a 5 centimetri di diametro VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 Agosto 2019 8:27 | Ultimo aggiornamento: 12 Agosto 2019 8:27
La grandinata su Torino

La grandinata su Torino

TORINO – Una violenta grandinata si è abbattuta domenica 11 agosto su Torino e sulla periferia sud del capoluogo piemontese.

Una bomba d’acqua ha colpito anche Chieri, nella provincia di Torino: un’ora di pioggia, grandine e vento con raffiche fino ai 100 chilometri orari ha allagato le strade e scoperchiato i tetti di diversi edifici. 

Il forte temporale di domenica si è abbattuto anche sull’astigiano, con chicchi di grandine dal diametro di 4.5 centimetri. Danni in particolare ad Andezeno, Moncalieri e Marentino e (Torino) e a Schierano, Cerreto d’Asti e Castelnuovo don Bosco nell’Astigiano (Asti). 

L’Arpa, l’Agenzia regionale per la protezione ambientale, ha emesso una allerta gialla per le prossime ore. I fenomeni temporaleschi, associati a forti raffiche di vento, tenderanno a esaurirsi dalla serata di oggi, lunedì 12 agosto. Temperature in diminuzione nei valori minimi.

Il maltempo sul Nord Italia è destinato a continuare nelle prossime ore. A partire da domenica sera l’alta pressione ha ceduto il passo ad una nuova perturbazione atlantica che porterà temporali a cominciare dai rilievi alpini e prealpini, che assumeranno anche carattere di nubifragio con grandinate e raffiche di vento anche superiori ai 70-90 chilometri orari. Successivamente il maltempo raggiungerà anche la Pianura Padana.

Entro la prima nottata di lunedì i temporali arriveranno anche sul Trentino settentrionale e il Bellunese, mentre martedì si sposteranno su buona parte del Triveneto e in tarda sera anche sulle basse pianure di Lombardia e dell’Emilia Romagna. Tra 14 e 16 agosto, indicano i meteorologi, dovrebbe tornare l’anticiclone delle Azzorre che regalerà giornate estive ma con caldo senza eccessi. Qualche instabilità potrebbe persistere solo sull’estremo Nord-Est, a ridosso delle Alpi, e sull’Appennino centro-meridionale. (Fonte: Ansa)