Grazia per Corona: dopo Travaglio anche Sgarbi, Chiambretti, Facci, Avati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Agosto 2014 15:21 | Ultimo aggiornamento: 12 Agosto 2014 15:21
Grazia per Corona: dopo Travaglio anche Sgarbi, Chiambretti, Facci, Avati

Grazia per Corona: dopo Travaglio anche Sgarbi, Chiambretti, Facci, Avati

ROMA – Grazia per Fabrizio Corona. Dopo Marco Travaglio si allunga la lista di coloro che chiedono un atto di clemenza nei confronti dell’ex fotografo: Oliviero Toscani, Vittorio Sgarbi, Piero Chiambretti, Pupi Avati, Filippo Facci si uniscono a quelli che già avevano sottoscritto l’appello, come Antonella Clerici e Fiorello. Corona, condannato a una pena complessiva di 13 anni per estorsione e altri reati, è rinchiuso da più di un anno nel carcere di massima sicurezza di Opera.

Dopo l’assoluzione di Silvio Berlusconi al processo d’appello Ruby, Travaglio sul Fatto Quotidiano scrisse un appello in favore di Corona:

“Che ci fa Fabrizio Corona nel carcere milanese di massima sicurezza di Opera per scontarvi un cumulo di condanne a 13 anni e 8 mesi, poi ridotte con la continuazione a 9 anni? È normale che un quarantenne che non ha mai torto un capello a nessuno marcisca in prigione accanto ai boss mafiosi al 41bis, per giun col divieto di curarsi e rieducarsi, fino al 50° compleanno?”.