Graziano Mesina arrestato per traffico di droga. Progettava sequestro

Pubblicato il 10 Giugno 2013 8:40 | Ultimo aggiornamento: 10 Giugno 2013 14:50
Graziano Mesina, arrestato ex bandito per traffico di droga

Graziano Mesina (Foto LaPresse)

ROMA – Graziano Mesina, tra i più famosi banditi sardi del dopoguerra, è stato arrestato all’alba dai carabinieri con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti. Stava anche progettando, secondo l’accusa un sequestro di persona. Nel corso delle indagini gli investigatori hanno scoperto che Mesina aveva già fatto un sopralluogo e fornito dettagli precisi sull’ostaggio ai suoi sodali.

Conosciuto per le sue numerose evasioni (ventidue, di cui dieci riuscite) e per il suo ruolo di mediatore nel sequestro del piccolo Farouk Kassam, Graziano Mesina, 71 anni, dopo aver scontato 40 anni di carcere ed aver trascorso cinque anni da latitante e 11 agli arresti domiciliari, era tornato libero il 25 novembre 2004, avendo ottenuto la grazia dall’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

Da alcuni anni era tornato nella sua Orgosolo, dove aveva avviato l’attività di guida turistica, accompagnando centinaia di persone nelle zone più impervie della Barbagia, luogo delle sue fughe rocambolesche.    Ora e’ ritenuto dai magistrati di Nuoro capo di una potente organizzazione dedita al traffico di stupefacenti.