Green Hill, che fine faranno i beagle liberati? Pm li affida a Legambiente e Lav

Pubblicato il 23 luglio 2012 12:38 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2012 13:09
Green Hill, beagle affidati a Legambiente e Lav

(LaPresse)

MILANO – I beagle del canile Green Hill sono liberi. Il canile “lager”, come definito dagli animalisti, sarà solo un ricordo  per loro. Il pm di Brescia ha firmato un decreto temporaneo perché i 2700 beagle siano affidati a Legambiente e Lav. Il canile di Green Hill di Montichiari è stato posto sotto sequestro mercoledì 18 luglio dopo un’inchiesta per maltrattamento sugli animali.

Il provvedimento firmato dalla Procura di Brescia cambia il custode giudiziario degli animali, che prima erano la stessa azienda, il Comune e la Asl. I beagle adesso saranno affidati alla cura delle associazioni animaliste. Sebbene affidati provvisoriamente i beagle restano sotto sequestro probatorio. Lav e Legambiente affideranno i cani alle famiglie. Coloro che vorranno adottare un beagle liberato da Green Hill potranno ufficialmente candidarsi sui siti delle associazioni e nelle sedi indicate.

Giuseppe Tedeschi, commissario capo del Corpo forestale di Brescia, ha detto: “In queste ore, le associazioni cui è stata affidata la custodia giudiziaria dei beagle di Green Hill si stanno muovendo per trovare strutture alternative idonee ad ospitare i cani. Green Hill, a breve, non potrà più ospitare altri cani. Tra qualche giorno potremo consegnare materialmente i cani nelle mani delle associazioni, nuove custodi giudiziarie degli animali”.