Greenpeace, madre di Cristian D’Alessandro scrive a Giorgio Napolitano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Ottobre 2013 22:42 | Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre 2013 22:42

Greenpeace, madre di Cristian D'Alessandro scrive a Giorgio NapolitanoROMA – “Cristian aveva il sogno di contribuire a costruire un mondo migliore ed ha creduto di poterlo fare pacificamente con i suoi compagni di Greenpeace. Questo sogno adesso è una colpa, anzi un reato gravissimo”. E’ un estratto della lettera che Raffaela Ruggiero, madre di Cristian D’Alessandro, il giovane attivista di Greenpeace, arrestato dalle autorità russe nel Mar Artico con 29 compagni, ha scritto al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

L’appello al capo dello Stato è stato lanciato sulla piattaforma change.org.

“Mi rivolgo a Lei, Presidente – scrive la donna -, conoscendo la Sua storia e la Sua sensibilità verso i temi dei diritti umani, perché si adoperi per la libertà di Cristian”.

Nella missiva Raffaella Ruggiero ripercorre gli interessi e gli studi fatti dal figlio, ma anche le sue esperienze e le sue scelte di vita, come l’adesione a Greenpeace. “Sappiamo che il ministero degli Esteri sta facendo tanto per riportarlo a casa, – conclude la donna – ma La preghiamo Presidente, creda in questo nostro ragazzo, e ce la metta tutta per aiutarlo e per aiutarci. Grazie”.