Gricignano di Aversa: immigrato dà fuoco a stanza, socio centro accoglienza gli spara

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 novembre 2017 13:02 | Ultimo aggiornamento: 11 novembre 2017 13:02
carabinieri-ansa

In un centro di accoglienza a Gricignano di Aversa un socio ha sparato a un immigrato (foto d’archivio Ansa)

AVERSA – Far west in provincia di Caserta: un immigrato del Gambia, ospite in un Centro Temporaneo di Accoglienza a Gricignano d’Aversa, è stato ferito a colpi di pistola da uno dei soci della struttura, il 43enne Carmine Della Gatta, che è stato fermato dai carabinieri. La vittima, il 19enne Alagiee Bobb, prima del ferimento, per protesta, ha dato fuoco alla stanza in cui alloggiava, circostanza che, secondo i militari di Marcianise, avrebbe provocato la reazione dell’aggressore; il giovane è in prognosi riservata nell’ospedale Cardarelli di Napoli.

Prima dell’arrivo dei vigili del fuoco, scrive l’Ansa, Della Gatta è intervenuto e ha affrontato il 19enne; c’è stata una lite, quindi l’italiano avrebbe estratto una calibro 38, e secondo l’accusa avrebbe sparato colpendo due volte alla bocca il gambiano. Poi sarebbe scappato con un’altra persona facendo perdere le tracce. Dopo qualche ora però si è presentato ai carabinieri, che nel frattempo lo avevano identificato grazie a dei testimoni; il 43enne ha ammesso le proprie responsabilità ed è stato fermato per tentato omicidio.

Nell’alterco, al quale, oltre al 19enne, hanno preso parte anche altri immigrati, anche Della Gatta è stato ferito, in maniera lieve, allo zigomo destro. L’immigrato gambiano è stato soccorso dal 118 e all’arrivo delle forze dell’ordine ci sono stati momenti di tensione con i circa 200 extracomunitari. Già nelle settimane scorse, è emerso, lo straniero aveva più volte protestato per le condizioni dell’alloggio, per la mancanza di internet e il vitto della struttura, denominato “La Vela”; ieri però il 19enne, colto da un raptus, ha dato fuoco a mobili e suppellettili provocando il fuggi fuggi dei suoi compagni e l’evacuazione dell’intero stabile.

Durante la perquisizione nell’abitazione del fermato sono stati trovati e sequestri 4 fucili e 2 pistole tutti legalmente detenuti. Sul luogo della sparatoria i militari hanno trovato e sottoposto a sequestro un’ogiva conficcata nell’asfalto. I motivi del gesto sono verosimilmente riconducibili ad alcune manifestazioni di protesta inscenate dal cittadino straniero nelle scorse settimane. L’incendio nella stanza è stato domato da personale dei Vigili del Fuoco di Aversa.