Guanzate (Como): tutti dal benzinaio a un euro, ma il distributore era abusivo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 maggio 2019 11:58 | Ultimo aggiornamento: 30 maggio 2019 11:58
Guanzate (Como): tutti dal benzinaio a un euro, ma il distributore era abusivo

Guanzate (Como): tutti dal benzinaio a un euro, ma il distributore era abusivo

ROMA – La Guardia di Finanza di Como ha scoperto e sequestrato a Guanzate un distributore di carburante self service abusivo costituito da un container con all’interno due cisterne cariche di 2.500 litri di gasolio di contrabbando affidate ad un improvvisato benzinaio, secondo i finanzieri “in completa evasione delle imposte sulle accise e in violazione alle norme sulla sicurezza”.

Bastava inserire una chiavetta magnetica prepagata nel contatore, acquistabile dal benzinaio non autorizzato, selezionare la pompa e il gioco era fatto. Litri di carburante erogati ad un prezzo fra un euro e un euro e 20 centesimi “in pieno regime di concorrenza sleale nei confronti dei distributori autorizzati”.

Oltre alle contestazioni di natura amministrativa, tra cui quella del contrabbando (fattispecie depenalizzata nel 2016), la GdF ha denunciato tre persone per ricettazione, mancato pagamento dell’accisa ed irregolare circolazione dei prodotti sottoposti ad accisa.

5 x 1000

La GdF ha spiegato che il gasolio da autotrazione, trasportato illegalmente con un’autocisterna riconducibile ad una società con sede operativa nell’alto lago, veniva riversato in due cisterne, collegate elettronicamente ad un unico contatore, il cui funzionamento era simile a quello di un qualsiasi distributore automatico di alimenti e bevande. (fonte Ansa)