Guardie svizzere denunciano molestie sessuali da preti in Vaticano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 gennaio 2014 17:59 | Ultimo aggiornamento: 13 gennaio 2014 17:59
Guardie svizzere denunciano molestie sessuali da preti in Vaticano

Guardie svizzere denunciano molestie sessuali da preti in Vaticano

ROMA – Due guardie svizzere nel giro di pochi giorni. Due guardie svizzere in servizio in Vaticano che denunciano la stessa cosa: molestie sessuali subite da parte di prelati. A rivelare le presunte molestie, in entrambi i casi, è il giornale svizzero Schweiz am Sonntag. 

La prima guardia a raccontare il tutto al giornale ha preferito restare anonima. Nel frattempo si è sposata, è tornata in Svizzera e non vuole correre rischi. Eppure il racconto di “G.”, così lo chiama il giornale svizzero, era stato inquietante. La guardia avrebbe ricevuto inviti da un prelato a raggiungerlo dopo la mezzanotte nei suoi appartamenti. Non solo: diversi inviti a cena da parte di più religiosi e proposte sessuali che col passare del tempo si sono via via fatte più esplicite. Addirittura, secondo il soldato, un prelato sarebbe andato in Svizzera mentre lui era in ferie per continuare con le avances.

Ora a G, secondo il giornale svizzero, si unisce una seconda guardia. Con accuse sostanzialmente simili. Il corpo delle guardie pontificie non commenta l’accaduto. Certo, se anche la seconda guardia decidesse di restare anonima sarà ben difficile arrivare a qualche denuncia.