Guerrina Piscaglia scomparsa, si cerca di ricostruire gli sms con padre Gratien

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Gennaio 2015 1:02 | Ultimo aggiornamento: 9 Gennaio 2015 1:04
Guerrina Piscaglia scomparsa, si cerca di ricostruire gli sms con padre Gratien

Guerrina Piscaglia

AREZZO – Solo se ricostruito tecnicamente e inserito nella perizia di parte del pm, il traffico di sms scambiati tra Guerrina Piscaglia, la donna scomparsa dal primo maggio scorso vicino Arezzo,e Padre Gratien Alabi, il religioso indagato, potrà essere utilizzato in un eventuale procedimento a carico del frate.

Padre Gratien raccontò, andando a memoria dal momento che aveva cancellato gli sms dal telefonino, il contenuto dei messaggi da quello dove Guerrina diceva di attendere un figlio da lui fino a quello del primo maggio nel quale la donna annunciava “vengo e ti cucino il coniglio”, in sede di interrogatorio reso davanti al pm Ersilia Spena esclusivamente come testimone.

Dal 5 settembre, giorno in cui, riscontrando incongruenze nelle sue dichiarazioni il pm Marco Dioni iscrisse Padre Gratien nel registro degli indagati, il religioso non ha più reso alcuna dichiarazione. Le sim card e il computer del frate si trovano attualmente presso la polizia postale di Arezzo che martedì prossimo eseguirà una super perizia con sofisticate apparecchiature in grado di rilevare tracce degli sms anche se, per i contenuti, l’impresa è praticamente impossibile.