Guidonia, la donna stuprata dal branco: “Mi hanno presa a morsi e minacciata di morte”

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 maggio 2018 11:39 | Ultimo aggiornamento: 23 maggio 2018 12:26
Guidonia, la donna stuprata dal branco: "Mi hanno presa a morti e minacciata di morte"

Guidonia, la donna stuprata dal branco: “Mi hanno presa a morti e minacciata di morte”

ROMA – “Mi hanno messo un coltello alla gola e mi hanno presa a morsi”. E’ il racconto choc della donna di 44 anni stuprata dal branco a Guidonia, nei pressi del casello dell’autostrada A1. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] In due su una Panda rossa l’hanno avvicinata chiedendole indicazioni stradali. Poi altri due si sono aggiunti all’orribile violenza.

Erano asiatici, forse indiani o bengalesi, secondo il racconto della donna e hanno le ore contate. Le indagini della Polizia proseguono incessantemente e si continuano a raccogliere elementi per dar volto ai quattro balordi: verifiche sulla targa di un’auto ripresa dalle telecamere di sorveglianza e sul Dna. Effettuati anche diversi sopralluoghi sotto il cavalcavia nei pressi di Settecamini, teatro della violenza, alla ricerca di tracce lasciate dal branco. La Procura di Tivoli procede per i reati di sequestro di persona e violenza sessuale.

Intervistata da TgCom24, con le dovute cautele per garantire l’anonimato, la donna ha rivelato i dettagli tremendi di quella notte di inferno. Era ferma alla fermata dell’autobus quando l’hanno caricata in macchina. “Mi hanno minacciata di morte – dice – mi hanno messo un coltello alla gola e presa a morsi”.

Siamo arrivati lì“, prosegue il racconto. Sotto il cavalcavia “c’erano altri due uomini che dormivano quando ci hanno visti sono saliti in macchina. Io continuavo a urlare, ma mi dicevano è inutile che urli perché nessuno ti salva qui e poi mi hanno messo il coltello alla gola».

A turno l’hanno violentata e infine abbandonata in strada. “Ho pensato adesso finalmente posso tornare a casa dal mio cane – ha concluso – È stata un’esperienza bruttissima, vorrei solo dimenticare, ma sarà impossibile. Ora cerco di andare avanti”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other