Halloween: curia di Bologna, brutta resa al relativismo dilagante

Pubblicato il 30 ottobre 2011 11:32 | Ultimo aggiornamento: 30 ottobre 2011 11:37

BOLOGNA, 30 OTT – ''Una brutta resa al relativismo dilagante'': cosi' l'Arcidiocesi di Bologna guidata dal cardinale Carlo Caffarra giudica – con una nota su Bologna Sette, supplemento domenicale al quotidiano cattolico Avvenire – l'iniziativa della Coldiretti, che oggi in piazza Re Enzo invita adulti e bambini, ''alla vigilia della festa di Tutti i Santi'', ad intagliare con vere zucche la propria maschera di Halloween, ''festa di derivazione pagana che nei fatti si pone in alternativa a quella cristiana''. Ad una giuria, poi, il compito di premiare quella piu' originale.

L'Arcidiocesi – che non cita direttamente la Coldiretti, ma parla di ''un'importante organizzazione che un tempo coltivava i valori e le tradizioni ataviche della nostra terra'' – rileva che ''c'e' la crisi, d'accordo, e per vendere ognuno si arrangia come puo''', ma ''questo non ci esime, come cristiani, dalla lotta contro il relativismo e l'omologazione anche quando passano attraverso le sembianze, solo apparentemente innocue, di una zucca vuota''.

La Curia da' poi ''un consiglio agli amici contadini. La prossima volta, se proprio hanno delle eccedenze di zucca da smaltire, puntino sulla vellutata o sul ripieno dei tortelli. Perche', soprattutto in tempo di crisi, il 'panem' e' meglio dei 'circenses'''.