Himalaya: alpinista italiano Andrea Zambaldi travolto e ucciso da una valanga

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 settembre 2014 20:42 | Ultimo aggiornamento: 25 settembre 2014 20:42
Himalaya: alpinista italiano Andrea Zambaldi travolto e ucciso da una valanga

Andrea Zambaldi (Foto Facebook)

ROMA – Travolti e uccisi da una valanga sull’Himalaya. A perdere la vita per tentare un record gli alpinisti Andrea Zambaldi, 32 anni, di Milano, e il 36enne Sebastian Haag, tedesco di Monaco di Baviera.

L’incidente si è verificato mercoledì mattina nel corso della spedizione, partita il giorno prima, sullo Shisha Pangma (vetta di 8.027 metri nel Tibet), ha comunicato giovedì una portavoce del progetto “Double8-Expedition”.

L’iniziativa era patrocinata anche dal Comune di Verona. Il gruppo di cinque alpinisti (c’erano anche Martin Maier, Benedikt Bohm e Ueli Steck) voleva completare nell’arco di sette giorni una doppietta di vette oltre gli ottomila metri, con trasferimento in mountainbike (170 km) tra l’una e l’altra (il Cho Oyum, a 8.188 metri, in Nepal).

I cinque professionisti della scalata si stavano cimentando nella prima fase della loro scalata veloce quando la valanga si è staccata a 7.900 metri, a cento metri dalla vetta. Haag e Zambaldi sono precipitati per circa 600 metri, Maier invece si è salvato.