“Ho visto un Ufo nel 1936”: testimone racconta che…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Dicembre 2015 7:55 | Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre 2015 16:50
"Ho visto un Ufo nel 1936": testimone racconta che...

“Ho visto un Ufo nel 1936”: il racconto di un testimone

ROMA – “Ho visto un Ufo nel 1936”: questa la testimonianza di un uomo piacentino di 87 anni. Secondo quanto riportato da Sabrina Pieragostini su Panorama, l’avvistamento sarebbe avvenuto il 20 aprile 1936 nei pressi di un paesino alle porte di Villanova sull’Arda (Piacenza). Dopo tutto questo tempo, l’uomo ha deciso di confessare il suo segreto, parlando del momento in cui avrebbe fatto un incontro del terzo tipo:

“Era quasi l’imbrunire: all’improvviso si levò un vento fortissimo che piegava i rami degli alberi. Mi fermai, sorpreso e preoccupato; appoggiai la bici e poco distante vidi qualcosa che non riuscivo a capire. Sul terreno, c’era un enorme oggetto dalla forma allungata: mi sembrava un sottomarino con tanti finestrini. Ero senza parole: cosa ci faceva un sommergibile in quel campo? Lo vedevo bene, perché era vicino, forse a trenta metri da me, ed era grandissimo. Potrei stimare che fosse lungo sui 20 metri, non so.

Ricordo che ero come pietrificato, non riuscivo a muovere un muscolo: forse era la paura a paralizzarmi oppure- ipotizzo oggi- era un campo magnetico a rendermi immobile. Dopo pochi secondi, sotto l’oggetto si accese una luce che poi si spense e subito dopo l’oggetto si levò in volo, in verticale, sparendo in fretta alla mia vista. Fu velocissimo.

Tornai a casa, ma non riuscii neppure a salire i gradini tanto ero ancora spaventato. E non dissi nulla a nessuno, temevo che mi avrebbero messo in collegio se avessi raccontato una storia tanto assurda… La rivelai per la prima volta solo a mia moglie nel 1947″.

Quel misterioso “sommergibile” di cui parla il testimone era un Ufo? Stabilirlo con certezza è impossibile. Ma tanto basta, per chi vuole crederci, a poter parlare di “oggetto non identificato”. D’altra parte, se l’obiettivo dell’uomo fosse stato quello di farsi solo pubblicità, perché avrebbe aspettato 80 anni per raccontare la sua storia? Semmai una delle ipotesi più plausibili è che abbia avuto qualche forma di allucinazione.