Autistici in corteo a Roma, scortati dai vigili ma multati. “Devono pagare”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Marzo 2015 15:48 | Ultimo aggiornamento: 11 Marzo 2015 15:49
Autistici in corteo a Roma, scortati dai vigili ma multati. "Devono pagare"

Autistici in corteo a Roma, scortati dai vigili ma multati. “Devono pagare”

ROMA – I familiari degli autistici che il 18 settembre scorso hanno sfilato, con tanto di autorizzazione, in centro a Roma devono pagare la multa. Ovvero la sanzione prevista per chi entra senza permesso nella Ztl. Peccato che quel corteo (una ventina di auto Smart con altrettanti ragazzi autistici accompagnati dai familiari a un convegno) fosse autorizzato e scortato dai vigili urbani. E quelle multe, a distanza di mesi, sono confermate e anzi potrebbero lievitare.

La storia inizia il 18 settembre con un corteo di auto a noleggio che attraversano la corsia preferenziale della centralissima via del Tritone. Su quelle auto ci sono 20 famiglie che portano i loro cari ad un incontro dedicato all’autismo. Sono persone che in una città come Roma difficilmente escono di casa. E le famiglie, prima di dire sì, sono state non poco titubanti. La giornata è un successo. Ma dopo qualche settimana arriva la beffa atroce.

Perché a casa delle famiglie iniziano ad arrivare una serie di multe da poco più di 90 euro. Per aver attraversato la corsia preferenziale di via del Tritone. Lo scandalo è doppio: non solo era tutto organizzato ma a scortare le auto erano stati proprio i vigili. Le famiglie, ovviamente, non l’hanno presa bene. Non tanto e non solo per quei 93 euro, ma per lo schiaffo doppio ricevuto.

Ora si appellano al sindaco Ignazio Marino, sperando che il buon senso prevalga sulla burocrazia.