I Calderas, famiglia di parcheggiatori abusivi a San Donà di Piave: “Guadagnano 80€ al giorno”

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 dicembre 2016 16:24 | Ultimo aggiornamento: 7 dicembre 2016 16:25
I Calderas, famiglia di parcheggiatori abusivi a San Donà di Piave: "Guadagnano 80€ al giorno"

I Calderas, famiglia di parcheggiatori abusivi a San Donà di Piave: “Guadagnano 80€ al giorno”

VENEZIA – Sebastian, 40 anni, la moglie Argentina, 30 anni, il fratello di lui Marius, 38 anni e la moglie Florica, 31 anni. Sono i Calderas, la famiglia romena di parcheggiatori abusivi a San Donà di Piave, in provincia di Venezia. Tutte le mattine si spartiscono il parcheggio di Via Verdi e quello del vicino supermercato Lidl, in via Sauro. Altre volte capita di incontrarli dinanzi all’Ufficio Postale o al parcheggio di Piazza Rizzo, o ancora all’Eurospin di via Vanzan.

Una vera e propria impresa familiare che frutta fino a 80 euro al giorno, nei giorni di traffico intenso. Come riporta Il Gazzettino:

Da qualche settimana sono segnalati per aver infastidito e minacciato cittadini sandonatesi. Sebastian, appena individua l’auto che svolta nel park, indica lo stallo e sorride. Appena l’automobilista esce dall’abitacolo gli va incontro, tende la mano aperta e inizia la questua. “Aiutami per favore esordisce – che Dio ti benedica; vogliamo prendere una bombola di gas per scaldare e cucinare un po’ da mangiare”. Racconta di essere in Italia da circa 5 anni e di aver lavorato in un’azienda alimentare di San Donà per due anni e mezzo.

Lui e la moglie spiegano di essere originari di un paese vicino a Timisoara. “Anche la polizia ci conosce – precisa Argentina – non ci fanno niente perché siamo della comunità europea”.

Alla fine della giornata vanno a cambiare i soldi. “Da 20 o 30 euro nei giorni con meno movimento spiegano gli esercenti, ma arrivano a chiederci di cambiare anche 80 euro”.