Icardi rapinato, ladri gli puntano una pistola in faccia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Dicembre 2015 9:51 | Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre 2015 11:13
Mauro Icardi e la foto con l'orologio pubblicata su Instagram qualche giorno prima della rapina

Mauro Icardi e la foto con l’orologio pubblicata su Instagram qualche giorno prima della rapina

MILANO – Nella notte tra sabato e domenica 6 dicembre, poche ore dopo la partita vinta dall’Inter contro il Genoa, partita in cui Mauro Icardi è rimasto seduto in panchina, due malviventi in moto hanno sorpreso il centravanti nerazzurro mentre stava parcheggiando in viale Elvezia minacciandolo con una pistola e rapinandolo dell’orologio, un prezioso Hublot, prima di dileguarsi.

E’ accaduto poco dopo mezzanotte in viale Elvezia, di fronte all’Arena civica: Icardi stava parcheggiando la sua automobile quando è stato avvicinato da due persone che gli hanno chiesto di farsi consegnare tutto il denaro che aveva con sé. Il giocatore dell’Inter ha desistito, i due hanno preso il suo orologio e sono fuggiti. Il fatto è al vaglio della polizia di Stato. Nei giorni scorsi, l’attaccante aveva postato su Instagram proprio una foto con l’orologio in primo piano.

“I rapinatori – come rende noto l’Inter – gli hanno portato via l’orologio e il giocatore è incolume. Il club e Icardi stanno cooperando con la polizia e con le autorità per quanto concerne l’accaduto. L’Inter dà il suo sostegno e supporto a Mauro e alla famiglia in questo momento”. Un momento nero per Icari, da due giornate lasciato in panchina da Roberto Mancini. “Ho sei attaccanti e cambiare fa anche bene – risponde Mancini a quanti gli chiedono perché sta lasciando Icardi in panchina – tutti si sentono partecipi e i risultati lo dicono. Ho preferito inserire giocatori che non davano punti di riferimento ai difensori avversari, ma abbiamo avuto qualche problema perché nel primo tempo non abbiamo fatto gol nonostante le occasioni”.