Igor il Russo, la lettera dal carcere: “Salvato dallʼarcangelo Raffaele, sono un Lord Voldemort”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 luglio 2018 14:00 | Ultimo aggiornamento: 26 luglio 2018 14:00
igor il russo lettera

Igor il Russo, la lettera dal carcere: “Salvato dallʼarcangelo Raffaele, sono un Lord Voldemort”

ROMA – Igor il Russo è da quasi sette mesi nel penitenziario di Saragozza. Non ha aperto bocca davanti al pm bolognese Marco Forte e al procuratore capo Giuseppe Amato che lo scorso 23 marzo erano volati in Spagna per interrogarlo, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] ma non rifiuta gli scambi epistolari. Ha risposto alla lettera ricevuta dalla giornalista di Libero Quotidiano, Simona Pletto e in tale documento non lesina i particolari sulla sua presunta conversione.

“La mia anima è stato curato quasi istantaneamente dall’arcangelo San Raffaele e il corpo quasi idem. […] Sono stato forgiato nel forno del Padre eterno per poter affrontare col cuore sereno qualsiasi ostacolo e ridendo in faccia alla morte […] Non sono altro che un piccolo strumento che esegue gli ordini superiori!”.

Nei saluti il killer si firma un “Lord Voldemort” (l’antagonista di Harry Potter), e non manca di ricordare che sono tante le lettere di donne ricevute finora, mentre “gli uomini non li considero neanche”.

Per leggere il testo integrale della lettera vai a questo link: http://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/ldquo-sono-stato-forgiato-forno-padre-eterno-rdquo-ecco-testo-179590.htm