Igor il Russo, che faceva in Spagna: era nascosto fra le montagne e viveva come un Rambo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 dicembre 2017 13:12 | Ultimo aggiornamento: 18 dicembre 2017 13:32
igor-spagna

Igor il Russo

ROMA – Norbert Feher, alias Igor il russo, è stato arrestato in Spagna, dove nascosto fra le campagne fra Saragozza e l’Andorra, ha ucciso ancora, questa volta due agenti e un civile.

Dopo aver ucciso il barista Davide Fabbri a Budrio e la guardia provinciale volontaria Valerio Verri a Portomaggiore, con altri due possibili omicidi alle spalle e accuse di furti e violenze sessuali, Igor il Russo era diventato un fantasma. Era nascosto nelle colline vicino a Saragozza, dove viveva da Rambo, studiando le strade, i nascondigli, entrando nelle case a mangiar uova e rubare coperte.

Il 5 dicembre due residenti di Albalate del Arzobispo, stavano cercando di riparare una serratura che è stata scassinata quando si accorgono che dentro c’è qualcuno, si imbattono in un uomo che reagisce sparando. Ferisce le due persone e poi scappa. Era Igor il Russo.

Nella zona di Cuesta de la Calzada scatta l’allarme, altri residenti parlano di furti subiti, c’è un uomo pericoloso in giro. Si attiva la Guardia Civil che cerca il criminale. Decollano gli elicotteri, le pattuglie con i cani battono la zona ma Igor non si trova.

L’arresto di Igor il Russo

Igor il Russo scappa verso il paesino di Andorra e per quasi dieci giorni fa perdere le sue tracce. Ieri sera, due agenti, Víctor Romero Pérez e Víctor Jesús Caballero Espinosa accompagnati da un allevatore che conosce bene l’area, José Luis Iranzo, vengono a sapere di un soggetto che corrisponde all’identikit nella zona di Alcañiz. Quando lo intercettano Igor apre il fuoco e gli ammazza, tutti e tre. Spara con sicurezza, nonostante i giubbotti antiproiettile e li uccide, poi ruba le pistole degli agenti e l’auto dell’allevatore, un pick up verde Mitsubishi. E’ vestito in un uniforme militare, rubata dopo la sparatoria, e armato con diverse pistole Beretta sempre prese ai due agenti uccisi.

Il killer scappa lungo le provinciali ma dopo un incidente stradale probabilmente per aver perso il controllo del pick up, Norbert Feher finisce la sua fuga tra i comuni di Cantavieja e Mirambel, nella provincia di Teruel in Spagna.

Sono le 2:50 quando al chilometro 95,500 della A-226, all’altezza della città di Cantavieja, gli agenti della Guardia Civil intercettato un uomo. E’ Igor il Russo, ed è costretto ad arrendersi.