Igor il Russo, la Spagna non lo consegna: slitta processo in Italia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 ottobre 2018 12:53 | Ultimo aggiornamento: 18 ottobre 2018 12:53
igor il russo

Igor il Russo, la Spagna non lo consegna: slitta processo in Italia

ROMA – Per processare Igor il Russo in Italia bisognerà attendere ancora un po’ di tempo. Norbert Feher, il pluriomicida serbo ricercato per anni nel nostro Paese, fu arrestato in Spagna nel dicembre scorso dopo una caccia di mesi attraverso mezza Europa.

Igor ora si trova in carcere in Spagna ma prima di venire estradato in Italia ed essere processato per i delitti commessi nel nostro territorio e su cui ha giurisdizione la nostra magistratura occorre che i giudici spagnoli possano fare prima il loro lavoro.

Il giudice Vartan Giacomelli, presidente del collegio giudicante presso il Tribunale di Ferrara, ha dovuto chiudere l’udienza nel giro di pochi minuti: il killer era in effetti legittimamente impedito. Ad oggi non è possibile ascoltarlo nemmeno in video collegamento dalla Spagna.

Le autorità iberiche hanno infatti stabilito che la consegna dell’imputato ai loro colleghi italiani per ora va sospesa. Prima Igor il Russo verrà processato in Spagna, poi in Italia.

Ma questo allungamento dei tempi potrebbe mettere a rischio la conclusione del processo in Italia, spiegano gli avvocati di Feher: “Il destino di questo processo è più che mai incerto – commenta l’avvocato Antonio Altieri -. I tempi saranno lunghi e rischiamo di non celebrarlo fino alla fine”.

Il 31 ottobre infatti è fissata l’udienza preliminare a Bologna per i due delitti di aprile 2017. Le rapine di cui è accusato assieme alla sua banda furono commesse il 26 luglio 2015 a Villanova di Denore, il 31 luglio a Mesola ai danni di una 90enne rimasta legata e imbavagliata nel letto per 48 ore, e il 5 agosto a Coronella nei confronti di una donna e del padre, sequestrati in casa per cinque ore e rapinati.