Igor il Russo, dalla Spagna confermano: le pistole sono quelle rubate nel 2017

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 gennaio 2018 12:42 | Ultimo aggiornamento: 16 gennaio 2018 12:42
igor-russo

Igor il Russo

BOLOGNA – Dalla Spagna è arrivata la conferma: le due pistole sequestrate a Norbert Feher, ovvero Igor il Russo, sono l’arma rapinata il 30 aprile a Consandolo di Argenta, nel Ferrarese, alla guardia giurata Piero Di Marco e quella portata via l’8 aprile all’agente di polizia provinciale Marco Ravaglia, ferito nell’agguato a Portomaggiore in cui fu ucciso il volontario Valerio Verri.

Igor il Russo a metà dicembre è stato arrestato a Teruel per aver ucciso due agenti della Guardia Civil e un allevatore e ora è in carcere a Saragozza. L’indicazione sulle pistole esclude dunque la presenza di quella rapinata il 30 dicembre 2015 nell’omicidio al metronotte Salvatore Chianese, a Ravenna: il terzo delitto per cui in Italia Feher è indagato.

Gli investigatori bolognesi, coordinati dal Pm Marco Forte, attendono per i prossimi giorni dai magistrati spagnoli altre risposte e l’autorizzazione ad andare a interrogare il killer. Intanto a Roma è previsto l’inizio di una consulenza tecnica su un vecchio computer di Igor, un oggetto che ebbe in uso fino al 2015 e recentemente consegnato agli inquirenti da un conoscente dell’indagato.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other