Il Corriere della Sera su Ciancimino Jr, la mafia e Berlusconi

Pubblicato il 11 agosto 2010 6:00 | Ultimo aggiornamento: 11 agosto 2010 14:00

da: Il Corriere della Sera

ciancimino

Massimo Ciancimino

Il Corriere della Sera ritorna sul tema delle connessioni il primo ministro Silvio Berlusconi e la mafia con un articolo intitolato “Ciancimino Jr tira in ballo il premier”.
L’articolo ha inizio così:

Dopo le minacce al figlio di cinque anni dice di non volere più parlare, Massimo Ciancimino. Ma lo ha fatto negli ultimi giorni. Come la madre Epifania Scardino, per la prima volta loquace con i magistrati di Palermo ai quali ha confermato il contenuto di un «pizzino» indirizzato nel 2001 dal marito, «don Vito», a Bernardo Provenzano chiamato «Caro Rag.» e con riferimenti espliciti a Silvio Berlusconi.

Un invito a distribuire i cento milioni di lire incassati da una trattativa che coincide con le elezioni del 2001. Il testo è top secret, ma chi lo ha letto così sintetizza evocando conteggi in vecchie lire: «Dei 100 milioni ricevuti da Berlusconi, 75 a Benedetto Spera e 25 a mio figlio Massimo». E poi: «Caro Rag. bisogna dire ai nostri amici di non continuare a fare minchiate… E di risolvere i problemi giudiziari…».

Leggi l’articolo originale