Il Giornale attacca Der Spiegel: “A noi Schettino a voi Auschwitz”

Pubblicato il 27 Gennaio 2012 12:53 | Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio 2012 12:55

ROMA – Il Giornale all'attacco del tedesco Der Spiegel:'A noi Schettino a voi Auschwitz'' titola oggi il quotidiano diretto da Alessandro Sallusti. Il riferimento e' a un articolo del settimanale tedesco, che nell'ultimo numero dedicava anche la copertina alla tragedia Concordia.

''Der Spiegel ci definisce un popolo di codardi 'perche' gli italiani non sono una razza'- spiega il quotidiano milanese nell'occhiello- Loro si', invece, e lo hanno dimostrato assieme a Hitler''.

Nell'editoriale, firmato dal direttore Sallusti, il giornale definisce l'articolo del settimanale un' ''aggressione all'Italia'', che ''sta passando di fatto sotto silenzio''.

''Che i tedeschi siano una razza superiore- scrive Sallusti citando la provocatoria rubrica firmata da Jan Fleischauer – lo abbiamo gia' letto nei discorsi di Hitler. Ricordarlo proprio oggi, nel giorno della memoria dell'Olocausto, quantomeno e' di cattivo gusto''.

Sallusti ricorda i 4200 passeggeri salvati sulla Concordia e insieme le ''centinaia di migliaia di ebrei' salvati in Italia all'epoca delle leggi razziali. Ricorda Giorgio Perlasca. ''E' vero- scrive- noi italiani siamo fatti un po' cosi', propensi a non rispettare le leggi, sia quelle della navigazione, sia quelle razziali. I tedeschi invece sono piu' bravi. Li abbiamo visti all'opera nelle nostre citta', obbedire agli ordini di sparare a donne e bambini, spesso alla schiena''.

E conclude: ''Questi tedeschi sono ancora arroganti e pericolosi per l'Europa. Se Dio vuole non tuonano piu' i cannoni, ma l'arma della moneta non e' meno pericolosa. Per questo non dobbiamo vergognarci. Noi avremmo pure uno Schettino, ma a loro Auschwitz non gliela togliera' nessuno''.