Il papà di Sarah Scazzi: "Sabrina il 26 agosto venne due volte a casa"

Pubblicato il 31 Gennaio 2012 19:39 | Ultimo aggiornamento: 31 Gennaio 2012 19:44

TARANTO, 31 GEN – Il 26 agosto 2010, dopo la scomparsa e l'uccisione di Sarah Scazzi, Sabrina Misseri si reco' due volte a casa della quindicenne di Avetrana: lo ha riferito il papa' della ragazzina, Giacomo Scazzi, durante la deposizione dinanzi alla Corte di assise di Taranto, dove si sta celebrando il processo. ''La prima volta – ha ricordato Giacomo Scazzi – Sabrina era insieme ad un'amica e chiese a me dove fosse Sarah, perche' non era arrivata a casa sua per andare al mare. Sabrina era agitata e aveva la voce che tremava, e noi ci preoccupammo subito''. Giacomo Scazzi ha ripercorso, rispondendo a numerose domande, le ultime ore di vita della figlia, sino all'ultima volta che la vide uscire con il telo da mare per recarsi a casa di Sabrina.