Ilaria Boemi in cerca di ecstasy. Poi la morte e il mistero

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 agosto 2015 9:57 | Ultimo aggiornamento: 11 agosto 2015 13:36
Ilaria Boemi in cerca di ecstasy. Poi la morte e il mistero

Ilaria Boemi in cerca di ecstasy. Poi la morte e il mistero (foto Ansa)

MESSINA – Ilaria Boemi, scrive Repubblica, era in cerca di ecstasy. Ilaria, la ragazza di 16 anni trovata morta su una spiaggia di Messina, avrebbe lasciato i suoi amici per andare a cercare una pasticca (secondo il procuratore di Messina è morta proprio per ecstasy “cattiva”). Ma il mistero è un altro: stando alle ricostruzioni, un ragazzo e una ragazza l’hanno abbandonata lì prima che morisse. Chi sono? Dove sono finiti?

Scrive Alessandra Ziniti su Repubblica, ricostruendo la dinamica dalle testimonianze degli amici della vittima: “Alle 22.30 di domenica Ilaria Boemi si è allontanata dagli amici che non avevano voglia di sballo. Due ore dopo il suo corpo senza vita, la bava bianca alla bocca, era riverso sulla spiaggia di uno dei lidi del lungomare, abbandonato precipitosamente da due giovani, un maschio e una femmina, che dopo essere arrivati lì sorreggendo la ragazza barcollante, hanno chiesto aiuto ad un uomo che passava in bicicletta fuggendo poi mentre arrivava l’ambulanza.

È morta così Ilaria, forse uccisa dall’ecstasy che qualcuno le aveva procurato o da un micidiale cocktail di alcol e droga. Un’altra morte assurda, la terza in pochi giorni, dopo i casi di Riccione e Santa Cesarea Terme. L’hanno trovata senza documenti, senza soldi, senza borsa, e senza quel cellulare che, per tutta la notte, la madre, Mihaela Ilie, 45enne romena, inserviente presso il Policlinico, aveva tentato invano di raggiungere preoccupata dal mancato rientro di quella figlia ribelle e trasgressiva con la quale aveva litigato poco prima che uscisse, dandole alla fine quei 20 euro che forse le sono serviti per acquistare la pasticca fatale”.

Un giallo alimentato dalla fuga dei due giovani, un ragazzo ed una ragazza, che hanno abbandonato Ilaria per terra poco lontano dal Circolo della Vela dopo aver chiesto aiuto ad un uomo che passava in bicicletta. Sono loro gli spacciatori che hanno procurato la pasticca fatale a Ilaria o sono solo i compagni di quello sballo che per questa sedicenne dark, affascinata da gruppi satanisti ed emo, era un “passatempo” abituale?