Ilaria Cucchi diede dello sciacallo a Salvini: assolta. Per il giudice dire che era “sotto mojito” è diritto di critica

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 15 Marzo 2021 12:06 | Ultimo aggiornamento: 15 Marzo 2021 12:06
Ilaria Cucchi diede dello sciacallo a Salvini: assolta. Per il giudice dire che era "sotto mojito" è diritto di critica

Ilaria Cucchi diede dello sciacallo a Salvini: assolta. Per il giudice dire che era “sotto mojito” è diritto di critica (Foto d’archivio Ansa)

Ilaria Cucchi assolta dopo aver dato dello sciacallo a Salvini. La sorella di Stefano Cucchi aveva detto queste parole dopo che Salvini aveva detto che la droga fa male. Subito dopo la setenza di condanna dei carabinieri imputati per la morte di Cucchi.

“Parla sotto effetto del Mojito, è uno sciacallo”. Questo aveva detto Ilaria Cucchi. Questo invece aveva detto Salvini dopo la condanna dei carabinieri: “Questo testimonia che la droga fa male sempre e comunque”.

Ilaria Cucchi assolta per aver dato dello sciacallo a Salvini

Salvini querelò la Cucchi ma ora il Tribunale di Milano ha archiviato la posizione della donna. E’ lei stessa ad annunciarlo in un post su Facebook. Per il Tribunale di Milano quelle parole, benché dure, sono da annoverare nel diritto di critica.

“Il Tribunale di Milano ha ritenuto che le mie espressioni, sicuramente molto forti, fossero tuttavia giustificate e “pertinenti” al contesto – spiega Cucchi – Insomma il Giudice ha ritenuto che io ho esercitato in maniera più che legittima il mio diritto di critica. Il Senatore Matteo Salvini se ne faccia una ragione”. 

Salvini a Ilaria Cucchi: “La droga fa male”

Salvini aveva commentato così all’epoca le parole di Ilaria Cucchi. Queste le sue parole: “Non entro nella mente di nessuno, la droga fa male, punto. La giustizia fa il suo corso ma che la droga faccia male ai nostri ragazzi è un fatto. Mi ha querelato Carola, la Cucchi, va bene. Siamo in democrazia”.

Anche Gabrielli aveva bacchettato Salvini

“Credo che quanti, negli anni, hanno dato giudizi avventati sulla vicenda Cucchi dovrebbero oggi chiedere scusa ai familiari, ma vedo un approccio manicheo e giudizi espressi con l’emotività del momento”. Cosi aveva detto all’epoca l’allora Capo della Polizia, Franco Gabrielli.