Ilva, presidio e assemblea di 500 lavoratori davanti cancelli azienda

Pubblicato il 26 Novembre 2012 23:00 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2012 23:00

Ilva, presidio dei lavoratori a Taranto (foto Ansa)

TARANTO  – Circa 500 lavoratori si sono radunati davanti alla portineria D dell’Ilva e si sono riuniti in assemblea per discutere della decisione dell’azienda di chiudere l’area a freddo e ricorrere da subito alle ferie forzate. L’Ilva ha disattivato i badge e ordinato ai dipendenti di abbandonare i reparti, ma i lavoratori sono rimasti in presidio all’interno dello stabilimento.

”La situazione – dice all’Ansa Massimo Battista del Comitato di ‘Cittadini e Lavoratori liberi e pensanti’ – èincandescente. I lavoratori sono esasperati e potrebbe accadere di tutto”. Il Comitato in una nota fa presente di rifiutare ”categoricamente la ‘messa in libertà e l’indicazione data verbalmente agli operai dai capireparto, in quanto illegittima, strumentale, illegale e unicamente tesa a fomentare il clima di ricatto e di scontro istituzionale” e respinge ”al mittente le dichiarazioni rilasciate dalla proprieta’, circa la chiusura temporanea dello Stabilimento di Taranto e di tutti quelli connessi alla produzione ivi effettuata fino all’accoglimento di condizioni piu’ ‘accomodanti’ nei confronti dell’azienda, che non intende mettere a norma definitivamente gli impianti”